Close

Gennaio 19, 2009

Pillole

melatonina
Melatonina, L-Triptofano e Vitamina B6; rapido rilascio, così ti addormenti subito.

L’insonnia è una brutta cosa, e io la combatto con la melatonina.
Sono delle compressine rosa, fanno effetto entro una trentina di minuti.
Effetti collaterali, questa roba, non ne dovrebbe avere, però ho un piacevole ricordo riguardo le prime volte che la assumevo: una sera ero convinto che ci fosse un grande ragno bianco sul lenzuolo, e questo essere veniva verso di me. Fantastico.
Inoltre, la melatonina stimola il lavoro onirico e quindi ho dei trip notturni che hanno dell’assurdo; il giorno dopo ne ricordo buona parte, rispetto alle dormite normali.
Il problema principale di chi non riesce a dormire non è tanto che non ha niente da fare la notte, ma che il giorno dopo deve svegliarsi ad una certa ora, solitamente prestissimo, addirittura prima di mezzogiorno.
Però il sonno non è inutile. Così come è necessario mangiare, è necessario dormire, e se non dormi, ahia.
Il giorno dopo ti svegli (se ti svegli) in ritardo, ignori la sveglia fino ad un minuto prima del tuo impegno, poi balzi dal letto e fai tutto di fretta. C’è chi tralascia la barba, chi la colazione.
Esci di casa con un lieve ritardo e sei carico della nuova giornata che arriva.
Dopo un’ora sarai a lezione, volenteroso al primo banco, con delle occhiaie degne di Trainspotting. Il professore sta balbettando qualcosa di incomprensibile, fai finta di aver capito, hai la faccia convinta. Alle ore 13 sarai di nuovo nel letto, salterai il pranzo nonchè la lezione pomeridiana di Progettazione dei Sistemi di Controllo.
Ti sveglierai alle 19, in tempo per cenare e realizzare che avrai di nuovo un problema a dormire questa notte, in quanto ti sei appena svegliato e le persone normali vanno a lettro fra 4, massimo 5 ore.
Non se ne parla di prendere la melatonina perchè fa male (dici, ma in realtà è che ti scoccia dormire e vuoi fare qualcosa) così passerai la nottata come da copione.

 

Ma io no! Io ho chiuso con questa vita.
Taurina, Caffeina anida, Rhodiola Rosea radice e.s. tit. 33% in Rosavin (??? che cazzo è?), pappa reale liofilizzata, inositolo, Vitamina B6, Vitamina B1, Acido folico, Insotiolo.
Le occhiaie sono una brutta cosa, e io le combatto con delle sostanze le quali non ho la minima idea di cosa siano, che però funzionano. 
Effetti collaterali questa roba ne ha, sono dei termogenici, un mix letale.
Ogni capsula contiene 2 tazzine e mezzo di caffè, per non parlare di tutti gli altri eccitanti.
Se ne prendo due sento il cuore che schizza a mille.
Io la mattina faccio così tardi che, non solo non ho il tempo di fare il caffè, ma nemmeno di fermarmi al distributore in facoltà.
Mettiamo caso che faccio 5 minuti di ritardo, dando per scontato che faccio ritardo, 5 minuti è il minimo d’ufficio, un pò come a quelle università che ti danno il 18 politico. Se mi fermo al distributore perdo 2 minuti per mettere gli spiccioli (immagina se poi devo cercare gli spiccioli la mattina quanto tempo perdo) e poi altri 2 minuti per bere il caffè, perchè scotta, ed è scortese arrivare in ritardo sorseggiando una bevanda in aula. Sono 5 minuti di lezione, persi.
Così arrivò il giorno in cui realizzai che, a soli 21 anni, non avevo nemmeno il tempo di prendere il caffè, ma dovevo prenderlo in “pillole”, o qualcosa del genere.
Allora chiesi al mio fornitore di integratori “Ce l’hai la caffeina?” e lui mi rispose  “Certo Gianvito, te la porto domani in palestra”. Non è caffeina, o meglio, non solo.
Mi ha portato queste capsule che sono la mia nuova droga, le uso per svegliarmi.
Puoi anche aver dormito 17 minuti stanotte: inghiottire una di queste capsule ti risolverà ogni problema.
A lezione starai in prima fila a prendere appunti come un dannato, capirai tutto quello che dice il professore, anche se sta spiegando un argomento che preclude che tu sappia fare gli integrali tripli, mentre ancora ti stai chiedendo com’era il quadrato di un binomio.
Pranzo, e poi vai a seguirti la lezione di Progettazione dei Sistemi di Controllo, e anche qui gli eccitanti fanno ancora effetto.
Finita la lezione pomeridiana, qualche sostanza nel tuo corpo spinge perchè tu vada in biblioteca, ma in quel momento realizzi che non hai mai studiato tanto in vita tua, quindi ti meriti un pò di tempo libero perchè hai da sbrigare alcune cose.
Così torni a casa, e cazzeggi. Fino a mezzanotte.
Poi ti rendi conto che è tardi, che la notte prima hai dormito 17 minuti, e non bastano, dovresti dormire almeno un’ora in più. Stai morendo di sonno, ma pensi “Non ho sonno”, e continui imperterrito a nulla fare.
Arrivi alle 4:00 e stai scrivendo su gianvito.it, ora assumerai la melatonina e domattina di nuovo quelle strane capsule, se ti vuoi laureare. E  così si entra nella dipendenza farmacologica.
Maledetto il mondo.


Fatal error: Uncaught Error: [] operator not supported for strings in /home/webfire8/gianvito.it/wp-content/themes/layerswp/core/helpers/post.php:62 Stack trace: #0 /home/webfire8/gianvito.it/wp-content/themes/layerswp/partials/content-single.php(81): layers_post_meta(89) #1 /home/webfire8/gianvito.it/wp-includes/template.php(706): require('/home/webfire8/...') #2 /home/webfire8/gianvito.it/wp-includes/template.php(653): load_template('/home/webfire8/...', false) #3 /home/webfire8/gianvito.it/wp-includes/general-template.php(157): locate_template(Array, true, false) #4 /home/webfire8/gianvito.it/wp-content/themes/layerswp/single.php(20): get_template_part('partials/conten...', 'single') #5 /home/webfire8/gianvito.it/wp-includes/template-loader.php(77): include('/home/webfire8/...') #6 /home/webfire8/gianvito.it/wp-blog-header.php(19): require_once('/home/webfire8/...') #7 /home/webfire8/gianvito.it/index.php(17): require('/home/webfire8/...') #8 {main} thrown in /home/webfire8/gianvito.it/wp-content/themes/layerswp/core/helpers/post.php on line 62