Close

aprile 20, 2010

“Asciugamani Elettrico”

L’autista mette la freccia, finalmente si ferma alla stazione di servizio.
Scruto nella tasca dello zaino per prendere il portafogli, e mi capitano fra le mani un paio di stecche di pillole. Ne prendo di tutti i tipi. Il fosforo per studiare, la melatonina per dormire. Soffro d’insonnia: quando dovrei studiare, ho sonno; quando dovrei avere sonno, invece di dormire, studio la vita. L’insonnia è terribile, davvero, per fortuna che esiste la melatonina: non serve ricetta e funziona sufficientemente poco per non insospettirmi sugli effetti collaterali. Sembra innocua, la vendono come camomilla.
Un giorno entro in farmacia e chiedo un pacchetto di melatonina.
Farmacista – Cosa ci devi fare?
Io – Dovrei far esplodere una scuola elementare, con dei bambini dentro, sa com’è.
F – …
I – …
F – L’abbiamo finita.
I – Bene, allora mi dia del tritolo. Ultimamente trovo difficoltà ad addormentarmi. Magari facendo saltare in aria qualche scuola elementare.
F – …
I – In compresse.
Il mio sedile è il più vicino all’uscita, ma una donna mi sperona sorpassandomi.
Comprendo il suo agonismo, ma per quanto possa essere bello il mio sedere, dubito sia in dubbio il mio sesso, quindi perché spingermi? Io miro all’altro bagno.
Qualche anno fa, ma ancora oggi da qualche parte, ricordo che davanti l’entrata della toilette si sedevano le inservienti per percepire le mance. Mance poi, erano obbligatorie, quasi. Se la memoria non mi inganna, qualche volta non mi hanno fatto entrare per non aver pagato il “pedaggio”. Poi anche i cessi degli autogrill divennero politically correct, e ormai da un bel po urinare non costa niente, nei bagni delle stazioni di servizio è possibile urinare gratis. Ma sempre a terra.
Entro in un box e chiudo la porta, ma durante il mio sfogo, delle quindici porte, un cretino ha scelto giusto la mia. Per fortuna ho chiuso a chiave. Purtroppo, però, lui è davvero cretino. Forza la maniglia, spinge, non ne vuole sapere di passare alla porta successiva, così insiste, e dopo cinque lunghissimi secondi di tentativi decido di aiutarlo. mentre con la sinistra reggo l’attrezzo, con la destra apro la porta e lo invito ad entrare.
“Dai, entra.”
Lui mi guarda un po imbarazzato, vorrebbe dire scusa ma il mio atteggiamento altamente indifferente lo catapulta in un clima di accoglienza surreale:
“Potresti chiudere la porta? C’è corrente.” gli dico, mentre mi sposto di un passo verso sinistra per fargli posto.
Quasi incredulo rimane lì a fissarmi, vorrebbe dire qualcosa, tipo scusa, ma non lo fa, trattiene una risata tentando di forzare lo sguardo dispiaciuto.
E se ne va senza neanche salutarmi.
Dopo essermi lavato le mani, mi avvicino ai due asciugamani elettrici appesi al muro. Nei Casinò ne ho visti di nuovi tipi. Sono degli aggeggi strani, praticamente ci infili le mani dentro e, non solo ricevi il getto di aria calda, ma c’è anche un aspiratore che risucchia l’acqua. Fantastico. Chissà quando le vedremo queste cose in un autogrill.
Insomma, ci sono due asciugamani elettrici, ed essendo solo al momento ne uso uno per la mano sinistra e uno per la mano destra, allargando le braccia come se stessi vivendo un delirio di onnipotenza.
Dopo un minuto mi accorgo di un signore dietro di me, sulla cinquantina, che aspetta pazientemente dietro di me. Senza dirmi niente. Ma cos’ha la gente in testa?
Passo per il negozio dell’autogrill, ogni prezzo sembra sempre più conveniente, ma se ci pensi è carissimo rispetto a qualsiasi altro posto del mondo. Tranne i Casinò, ovviamente, lì devono essere ancora più alti per permettersi quelle asciugatrici. Nel mentre mi chiedo quando metteranno le slot machines nelle toilette degli autogrill.
Ora risalgo sul pullman. Quasi quasi, per ammazzare il tempo, scriverò un articolo su questi pensieri sconnessi.

3 Comments on ““Asciugamani Elettrico”

disforia delirante
maggio 4, 2010 a 4:13 am

Dunque,le storie del farmacista e del tizio nel cesso sono fantastiche,per l’insonnia se scopri qualcosa di meno inutile della melatonina fammelo sapere,perchè dormo a stento e quando riesco a dormire ho disturbi del sonno di vario genere quindi è come se non avessi dormito 😀

Io
maggio 9, 2010 a 11:04 am

evita il caffè, rimane nel sangue per svariate ore e disturba il sonno anche se dormi

disforia delirante
maggio 14, 2010 a 11:39 pm

dimmi qualcosa che non so -.-

I commenti sono chiusi.